I roccoli

I passi, le selle, le interruzioni dei crinali sono luoghi di grande importanza per gli uccelli, punti di passaggio da una valle all'altra lungo le rotte di migrazione.

In tali punti i montanari costruivano queste ingegnode strutture per catturare gli uccelli, onde integrare la loro magra dieta; più tardi i ricchi borghesi continuarono la tradizione per divertimento, creando manufatti molto perfezionati.

Le catture erano molto copiose: si narra che don Giuseppe Sozzi, Vicario di Caprino, costruì al Pertus il più vasto roccolo della Lombardia, dove nel 1828 riuscì a catturare 43.000 uccelli.